Sgombero del campo di San Dionigi: 29 Rom chiedono i danni per la deportazione

Il cinque settembre scorso era stato sgombrato il campo rom di San Dionigi, ora ventinove dei nomadi deportati hanno deciso di chiedere i danni, sostenendo che si sia trattato di una piccola deportazione. Gli avvocati che difendono i diritti degli sgomberati, Alberto Guariso e Sara Russi sostengono che da parte del Comune si sia verificato


"un comportamento discriminatorio" in quanto "posto in essere in violazione dei diritti della persona". I rom costituiscono "una etnia" e per questo, argomentano i legali, sono "tutelati dalla disciplina antidiscriminatoria"

Così riporta Affari Italiani. Per rileggere cosa accadde in quei giorni c'è questo articolo del Corriere, oppure questo de La Repubblica. Interessante anche la storia degli incendi appiccati nel campo, pare da altri nomadi provenienti dal campo di via Triboniano.

  • shares
  • +1
  • Mail
10 commenti Aggiorna
Ordina: