Arrivano le piste ciclabili in Corso Sempione

Al bando le auto tra i platani. Ma se ne parlerà solo nel 2014.

Tutte quelle macchine tra un albero e l'altro (pare siano circa 900) non sono un bello spettacolo. Ma per chi abita in zona Corso Sempione è difficile pensare di rinunciare a quei posteggi illegali ma tollerati, perché l'alternativa è impazzire a caccia di un parcheggio in un'area dove trovare un buco per la macchina è un'impresa.

Le cose però cambieranno nel giro di un anno, perché il Comune ha deciso che, dove oggi ci sono le macchine, sorgerrano due piste ciclabili, con panchine e un percorso pedonale da piazza Firenze all'Arco della Pace. A dire la verità, le panchine e il percorso pedonale ci sono già, e il percorso viene utilizzato di fatto come pista ciclabile, che però ha il difetto dei continui saliscendi dagli alti marciapiedi di quella strada.

E quindi si cambia: come chiesto dagli 800 cittadini che hanno firmato la mozione a favore del progetto e come voluto anche dalla giunta, che vuole un Corso Sempione più pulito e ordinato in vista di (provate a indovinare) Expo 2015. Ma come fare con i centinaia di parcheggi che verranno meno in una zona già congestionata?

Il problema è stato preso in considerazione, e si pensa di risolverlo trasformando i parcheggi a "S" che adesso ci sono in parcheggi a lisca di pesce. Oltre alla creazione di nuovi spazi in via Domodossola. Niente più auto tra i platani secolari, che così saranno anche preservati, ma fioriere a aiuole. E i soldi? Per il momento la copertura finanziaria manca. Se ne riparlerà quando sarà definito il bilancio.

  • shares
  • +1
  • Mail