Metropolitana a Milano per tutta la notte: qualcosa si muove?

Ne abbiamo parlato recentemente: i trasporti pubblici notturni, a Milano, sono un disastro. Indegni di una grande città europea. Un primo passo possibile per migliorare sarebbe quello di prolungare gli orari di chiusura della metropolitana, attualmente fissati, come per Cenerentola, a poco dopo mezzanotte. Di notte, nei tunnel e nelle stazioni della MM si svolge la manutenzione, che per ragioni di costo viene dilatata su più ore.

Investendo di più si potrebbero concentrare le operazioni in meno ore e chiudere più tardi. Se fino ad ora ciò non è stato fatto è perché ha prevalso un’idea “ragionieristica” e miope dei trasporti, considerati innanzitutto come servizi che devono arrivare al pareggio del bilancio. Un’azienda di trasporto collettivo dovrebbe invece essere un bene comune, in cui il governo della città investe con coraggio: così accade in molte capitali europee.

D’altronde, se l’ATM fosse davvero un’azienda privata, la logica conseguenza sarebbe il biglietto a 4 euro. Ora però sembra che qualcosa stia per muoversi: l’assessore Croci, intervenendo recentemente ad un convegno sui ritmi urbani, ha dichiarato ufficiosamente che fra pochi mesi l’orario della metropolitana verrà esteso, anche se sembra che ci siano ancora problemi nella contrattazione con i macchinisti.

Staremo a vedere se Croci sarà di parola oppure, come spesso accade, verrà smentito dal suo sindaco.

Foto: luiginter

  • shares
  • +1
  • Mail
13 commenti Aggiorna
Ordina: