Cresce ancora il Parco Nord

Si tratta senza dubbio del più bel parco di Milano, anche se fuoriesce dalla città “amministrativa”, compreso com’è tra la periferia nord di Niguarda, Affori e Bruzzano e primi comuni dell’hinterland. Ed è un mirabile esempio di work in progress fin dagli anni ’70, quando al suo posto c’era solo una vasta landa desolata, periferia milanese della peggior specie.

Nei prossimi mesi il Parco Nord si espanderà ancora, rendendo attrezzate e fruibili alcune aree già vincolate nella parte Ovest, tra Niguarda, Bruzzano, Bresso e Cormano. Si parla di nuovi laghetti, rimboschimenti, passerelle ciclopedonali, orti per anziani ed aree giochi per bambini.

Eppure tanti sembrano ancora ignorare – colpevolmente - questo parco. L’ATM ad esempio, che nella mappa di Milano affissa ad ogni pensilina dell’autobus non lo segnala nemmeno. O “Repubblica” che in un recente servizio sui parchi di Milano non usciva neanche dalla circonvallazione esterna, segnalando in compenso un’aiuola di quartiere come il Parco Solari.

Sarà anche vero che Milano è sottovalutata. Però bisogna ammettere che c’è chi non fa proprio nulla per promuoverla.

  • shares
  • +1
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: