Imbucati al party nella Milano bene: rapina in via Vittadini

Qualche anno fa c'era stato il memorabile raid in casa Vecchioni. Era il 1997, chi scrive era alle superiori, e aveva udito con le proprie orecchie le leggende che circolavano sul devastante quattordicesimo genetliaco della figlia dell'autore di Luci a San Siro. Ai tempi tutti avevano un amico che "c'era stato" che aveva visto tutto, che si era imbucato anche lui, che gli aveva portato via le posate, e così via. Il Giornale ne accenna, ma il pezzo dell'archivio del Corriere è molto meglio.

Dopo mezzanotte e mezza, quando la festa stava finendo «...non si sa bene chi ha fatto entrare dal cancelletto, forse per sbaglio un gruppo di persone mai viste, tra cui tre ragazze. Avranno avuto tra i 17 e i 18 anni erano vestiti con canottiere, camicie smanicate, jeans, avevano anche orecchini e piercing». Matteo ha poi spiegato che il gruppo di «balordi» ha rubato dalla cantinetta alcune bottiglie di liquore degli zii che vivono in uno degli appartamenti della villa. «Abbiamo chiesto di andarsene ma loro hanno cominciato a picchiare me e mio fratello». Dopo aver malmenato i padroni di casa, la gang, prima di lasciare il party, ha rubato borse, giacche, giubbotti con tutto quello che avevano dentro cellulari, portafogli con soldi, documenti e così via
  • shares
  • +1
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: