Gli introiti dell'Ecopass: si incassa e non si investe

Ne avevamo già parlato, si parlava di stime che facevano accapponare la pelle. 150 milioni di euro nell’arco dell’anno. Ora a rincarare la dose ci pensa il il settimanale di Mondadori Economy. "Non c'è chiarezza su come saranno impiegate queste risorse", riferisce l'inchiesta di Economy, ripresa da Affari Italiani e in edicola questa settimana. Alle stime si aggiungono i 14 milioni di euro che pioveranno nelle casse comunali grazie alle 200mila multe elevate nei primi tre mesi di sperimentazione. Una media di 4mila contravvenzioni al giorno su 20mila vetture che devono pagare il pedaggio giornaliero.

Ufficialmente i fondi Ecopass dovrebbero servire a potenziare il trasporto pubblico e a favorire la mobilità sostenibile. L’Assessore Croci nel dicembre scorso indicava come ricavi 24 milioni di euro divisi tra gestione del sistema, potenziamento trasporto pubblico e interventi per mobility management, come incentivi all’acquisto di abbonamenti annuali al trasporto pubblico. Ma i trasferimenti vanno a rilento, com'è sotto gli occhi di tutti, tanto che sono stati inaugurati solo 7 nuovi bus a basso impatto ambientale a fronte dei 50 promessi. Certo i fondi da stanziare non sono certo soldi che si possono spendere al supermercato. Si devono approvare i progetti, fare le gare di appalto, etc, etc. Si aspetta fiduciosi...

  • shares
  • +1
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: