Consiglio comunale: bocciato il registro per le coppie di fatto

Ancora una volta Milano si distingue per essere one step beyond il resto dell'Europa, e purtroppo non intendo la pietra miliare dei Madness. Il consiglio comunale ha infatti bocciato la proposta di istituire un registro per le coppie di fatto. Era dal luglio del 2007 che era stata depositata la mozione, che ora è stata cassata definitivamente, bipartisan, dalla destra e dalla sinistra, se il Pd in consiglio comunale si puà chiamare sinistra, e qualche dubbio ce l'avrei. Le motivazioni?

Le solite: non si possono equiparare le famiglie di fatto a quelle "fondate sul sacro vincolo del matrimonio", "non possiamo creare delle famiglie di serie B" e via bigottando, se mi permettete il neologismo. Inutile poi andare a spiegare che non si tratta di agevolazioni per gay, lesbiche, transgender, Lapo Elkann, ma che anche le coppie rigorosamente etero si sposano di meno, convivono di più, e in definitiva, danno meno importanza al sacro vincolo di cui si diceva poche righe qui sopra - e potete leggerlo in questo pezzo del Corriere di qualche tempo fa.

  • shares
  • +1
  • Mail
10 commenti Aggiorna
Ordina: