Rivolta al Cpt di via Corelli

5giornatePrecedenti storici ce ne sono a bizzeffe. Nelle 5 giornate la rivolta fu scatenata dall'aumento del pane, la scintilla contro il regime austriaco; a Poznam, in Polonia, la più grande rivolta contro il regime sovietico e l'ultima in Cina, di due giorni fa, contro l'arroganza della burocrazia che voleva insabbiare un omicidio con stupro ai danni di una ragazza da parte del figlio di un esponente politico. Ieri una piccola rivolta è stata sedata da Carabinieri e Polizia al Cpt di Via Corelli. La rivolta del settore D (da non confondersi con il braccio, almeno a livello terminologico, perchè di similitudini con le carceri nei Cpt c'è ne sono), composta da uomini e per la maggior parte africani, sarebbe scoppiata per un imbarco verso il Sudan rimandato. Una mezzora di fuoco che è servita agli extracomunitari per spaccare panchine, telecamere, vetri e ferire lievemente un operatore della Croce Rossa intervenuto per sedare la rissa.

All'origine del diverbio un 57enne nato in Egitto con passaporto sudanese arrivato il 13 giugno da Opera, dopo aver scontato 12 anni per spaccio. Rimandato il suo imbarco per casa si è infuriato. Il sudanese ha dichiarato a Repubblica di essere malato con problemi di cuore e diabete, "qui non mi curano e fa troppo caldo nei capannoni di lamiera. Piuttosto che restare qui torno in carcere, se non mi rimandano nel mio paese". Due le versioni. Secondo il sudanese la rivolta sarebbe scoppiata in seguito ad un pestaggio di un agente di polizia che lo avrebbe malmenato in seguito proprio alla telefonata fatta con il giornalista di Repubblica. Secondo la Polizia invece il sudanese avrebbe aggredito la polizia e poi tornato in camerata avrebbe istigando alla rivolta i compagni.

Senza voler entrare nel merito della situazione una cosa è certa, i Cpt sono polveriere pronte a scoppiare da un momento all'altro. Modena, Torino e Milano già nel 2004 e nel 2005, il cui processo ha portato in carcere 7 extracomunitari (16 i denunciati) con pene inferiori all'anno, date le attenuanti concesse in appello. Per questa rivolta è già scattata la denuncia. A quando la prossima?

  • shares
  • Mail
16 commenti Aggiorna
Ordina: