Le bici rubate a Milano? Finiscono in Ucraina

E noi che la cercavano in Fiera di Sinigaglia o al mercato dell'est a Cascina Gobba; meglio dire addio alle residue speranze di ritrovare la nostra due ruote. Oggi sul Corriere c'è un pezzo in cui si raccontano le storie di questi ladri di biciclette moderni, spesso immigrati moldavi o ucraini che per arrangiarsi portano via uno degli oggetti più semplici da rubare. E a Milano se ne rubano circa venti al giorno, denunciate, in realtà saranno un pò di più.

La gente va di fretta, magari la lascia slegata fuori dal bar, o dal negozio, e allora passano Andriy, piuttosto che Dimitry e va a finire che vai a casa a piedi. Nel frattempo la tua bici viene caricata, smontata, ed esportata in Ucraina. Questa notiziola era in realtà un pretesto per farvi rivedere un paio di video. Qui sopra quello serio, "Ladri di biciclette" di De Sica, dopo il salto quello un pò meno serio, sempre "Ladri di biciclette", ma qualche anno dopo: degna di un bad trip la trasfigurazione di Paolo Belli.

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: