MM Milanese esempio di architrettura contemporanea da salvaguardare

Qualcuno ci avrà visto una bufala di dimensioni colossali. Sembra incredibile, ma la nostra metropolitana, quella con il linoluem sui pavimenti, i tubi rosso-arancio sulle scale, tutto, anche gli orologi sulle banchine, sono sotto vincolo monumentale messo dal ministero ai Beni culturali. Motivazione? "Per la prima volta, il design compare a Milano per un servizio pubblico in modo unitario e completo". Per il momento sono solo due le fermate poste sotto tutela, Amendola Fiera e Caiazzo (capolinea fino al 1970), ma non è escluso che venga esteso a tutte e due le linee metropolitane. D'ora in poi tutti gli interventi di manutenzione dovranno essere concordati con la Soprintendenza.

Senza voler fare paragoni scomodi con altre metropolitane europee, per capire la situazione bisogna fare un salto indietro, durante l'epoca del boom, gli anni '60, quando Milano cambiava volto, l'immigrazione veniva dal sud, si faceva il bagno sulla darsena, nasceva la speculazione edilizia e la metro diventava un "elemento specifico e identificativo per la città. Esempio d'architettura contemporanea per qualità esecutiva e scatto linguistico innovativo". Questo il parere degli esperti. Vogliamo conoscere il vostro. A voi piace la metropolitana milanese?

  • shares
  • Mail
11 commenti Aggiorna
Ordina: