Prefetto: al Vigorelli la moschea provvisoria

Anche il prefetto è d'accordo. La soluzione migliore, per risolvere l'emergenza di viale Jenner, è adattare temporaneamente (una volta alla settimana) il Vigorelli a "moschea proovvisoria" per consentire le preghiere della comunità musulmana praticante. Ricordiamo, di passaggio, che ci sono molti immigrati islamici laici, che non professano la loro religione, anzi sono la maggioranza.

Comunque, dall'incontro in prefettura è emerso che il trasferimento dovrebbe avvenire entro agosto. La soluzione, in ogni caso, deve essere temporanea, visto che il Vigorelli, per chi non lo sapesse, è un impianto sportivo - si trova in zona corso Sempione - e che comunque non può diventare una vera e propria moschea. La soluzione reale al problema è trovare un posto dove la comunità islamica possa costruire il proprio tempio, coniugando le esigenze dei fedeli con quelle dei residenti. Non sembra una questione così complicata. All'incontro dal prefetto, comunque, non c'erano né il sindaco Moratti né il presidente Penati né il presidente Formigoni.

  • shares
  • Mail
47 commenti Aggiorna
Ordina: