Ronaldinho a Milano

ronaldighnosNon potevamo esimerci dal darne notizia. I calciofili ormai lo sanno da tempo, Ronaldinho, colui capace di far sognare con il suo magico palleggio anche il più scettico detrattore, è del Milan. A Milanello in migliaia hanno aspettato il suo arrivo. Leggo da Corriere che alle 13.40 il brasiliano è entrato nel centro sportivo scortato da due macchine dei carabinieri che, a fatica, gli hanno aperto la strada tra due ali di tifosi in festa che hanno salutato con urla e ovazioni l'arrivo del fuoriclasse (foto dal Corriere).

Al Berlusca "è costato un sacco di soldi, ma ne valeva la pena", anche perchè Ronaldinho "è qui per portare allegria". Dio solo sa di quanta ne abbiamo bisogno in questa città. L'impresa è titanica, quasi impossibile, ma ci auguriamo che ce la faccia, anche nel riprendersi dalla fiacca che lo attanagliava a Barcellona. Nel frattempo si vocifera che il Milan abbia venduto 3.000 abbonamenti in un'ora, curva sud quasi del tutto esaurita. Indubbiamente è stato un affare. Al contrario vale la pena ricordare, scevri da ogni malizia, l'arrivo, nel gennaio dell'anno scorso, di Ronaldo al Milan che all'epoca fece spendere a Berlusconi la bellezza di 6 miliardi (pardon, milioni) di euro (qui una recente gallery che lo riguarda).

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: