Atm: arriva il controllore fisso su tre linee

Lotta agli evasori di biglietti e più sicurezza sui tram. Con questi obiettivi l'azienda dei trasporti di Milano, l'Atm, ha annunciato l'introduzione in via sperimentale del controllore fisso. Si comincia oggi su tre linee di tram e bus, la 3 la 7 e la 73: dalle 21 fino al termine del servizio su ogni vettura a bordo ci sarà oltre al conducente anche un controllore.

La fase di sperimentazione terminerà il 31 ottobre e poi l'azienda deciderà, anche in base al gradimento, se estendere l'iniziativa anche alle altre linee. Da un lato, ha detto il presidente e ad Elio Catania, si punta a far pagare il biglietto a tutti, dall'altro a far sentire più sicuri i passeggeri. Ma le novità non sono finite: Atm punta su restyling e tecnologia.

Entro il 2010 saranno rinnovate 15 stazioni della metropolitana, anche in vista dell'Expo. Si comincia da Loreto M1 e M2 e Garibaldi M2 che avranno nuova illuminazione, pavimenti nuovi e una segnaletica efficace, per guidare meglio anche i turisti. Questo almeno nelle ambizioni, perché poi la realtà è ancora lontana: basti pensare alla complessità delle informazioni alle fermate dell'autobus. Sfido chiunque a capirci qualcosa se non è una linea che usa di frequente.

Ultimo punto, la tecnologia: dopo 16 anni di servizio, la Sala Operativa che controlla i mezzi di superficie va in pensione e viene sostituita da una nuova. Forse era anche ora. Con l’introduzione dell’Avm (Automatic vehicle monitoring, monitoraggio automatico della flotta) ogni bus, tram e filobus e Radiobus in circolazione è controllato metro per metro da un capolinea all’altro e ciascun conducente è in collegamento con la Sala Operativa grazie all’introduzione del sistema di radiocomunicazione Tetra.

L'azienda si vanta di poter controllare i problemi "in tempo reale" e inviare "automaticamente messaggi alle 5 mila tra paline e pensiline dotate di display". Speriamo che sia vero, perché adesso i display il più delle volte danno i numeri. Se il servizio migliorerà, come ci auguriamo, siamo pronti a dirlo subito e darne atto a Catania.

  • shares
  • Mail
12 commenti Aggiorna
Ordina: