Milano, le piscine in mano ai bulli?

Allarme bulli nelle grandi piscine di Milano: gli impianti pubblici di maggiori dimensioni, denuncia il presidente di Milanosport Mirko Paletti, sono più difficili da controllare e diventano territorio di caccia di bulli, gruppi di delinquenti e vandali. Si va dalla vernice buttata nell'acqua alla droga alle sdraio lanciate per gioco.

Anche i ragazzini più piccoli, lasciati a sé stessi dalle mamme e dai papà, formano delle bande che disturbano e creano problemi. "Al Lido, alla Sant'Abbondio e alla Scarioni servirebbe un passaggio di forze dell'ordine ogni paio d'ore", secondo il direttore di Milanosport, Ernesto De Filippis; mentre all'Argelati funziona un servizio di vigilanza privata.

Personalmente frequento poco le piscine all'aperto, ma quelle poche volte non è mai successo nulla da segnalare. E voi? Che esperienza avete? Spazio ai commenti e a un piccolo sondaggio.

  • shares
  • Mail