Avis lancia l'allarme: mancano i donatori

A Milano mancano 20 mila donatori per far fronte al bisogno di 40mila unità senza ricorrere ad aiuti esterni. La Commissione Sicurezza, Decentramento e Aree cittadine e la Commissione Salute lancia un appello per coinvolgere nuovi cittadini nel processo di raccolta sangue. L'obiettivo è soprattutto diffondere la cultura della donazione alle nuove generazioni.

"Dal prossimo autunno gli studenti delle scuole superiori in visita istituzionale a Palazzo Marino saranno sensibilizzati a compiere questo gesto di responsabilità e di rispetto verso se stessi e verso gli altri nell’ambito delle tradizionali lezioni di educazione civica" ha detto il Presidente del Consiglio comunale Manfredi Palmeri intervenuto all’incontro. "Abbassare l’età media dei donatori, infatti, - ha concluso Palmeri - è un investimento per il futuro, specie in una metropoli come Milano, dove i numeri di oggi letti con gli occhi di domani sono preoccupanti", dato che il fabbisogno di sangue aumenta continuamente per sostenere la crescente qualità e specializzazione dell’attività sanitaria.

In più, cosa nota, ma che non deve essere mai dimenticata, essere un donatore significa avere il vantaggio di un controllo costante del proprio stato di salute grazie alle visite mediche e agli esami di laboratorio che sono eseguiti ad ogni prelievo. Sul sito dell'Avis le istruzioni per diventare donatore.

  • shares
  • Mail
10 commenti Aggiorna
Ordina: