Agri-life: la vendita diretta come risposta al caro-vita?

L’inflazione galoppa: tutto, dalla benzina agli alimentari, diventa sempre più caro. I salari, invece, sono al palo. Che fare allora? L’unica soluzione è ridurre i consumi? L’Università Cattolica pensa di no e ha recentemente presentato il progetto Agri-Life, che intende mettere in contatto, attraverso un pratico portale internet, consumatori e produttori agricoli, incentivando la vendita diretta.

In questo modo, accorciando la filiera, si potrebbero abbassare i prezzi, recuperando il valore aggiunto che viene normalmente appropriato da tutti gli operatori che stanno “in mezzo”, tra produttore e consumatore. Questo meccanismo potrebbe portare, secondo i calcoli dell’Università, ad un risparmio annuo di circa 1400€ per una famiglia media.

In altri paesi europei, come la Francia e la Gran Bretagna, la vendita diretta è una realtà affermata, mentre nel nostro paese è un canale ancora di nicchia. Il progetto Agri-life, che sarà attivo per la Lombardia a partire da metà ottobre 2008, si propone di rimediare a questo ritardo, aiutando allo stesso tempo le famiglie (e le aziende agricole) a sopravvivere alla crisi economica.

Voi che ne dite? Sareste disposti a periodiche puntate in campagna per risparmiare sulla verdura?

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: