Strage di via Palestro: 15 anni dopo, l'oblìo

stragepalestroyoutube

Del rapimento Moro, della banda della Magliana, di Falcone, Borsellino, Chinnici, Livatino, sentiamo e ascoltiamo più di quanto vorremmo sentire. Di stragismo rosso, nero, grigio, violaceo, volendo, si trova una cospicua quantità di informazione. Delle bombe di metà anni novanta, no. O in quantità molto minore: un lutto mai elaborato.

Youtube, ci restituisce zero risultati, se nella query inseriamo "Strage di via Palestro". Non una puntata di Blu Notte, non una puntata de La Storia siamo Noi, non uno spezzone di telegiornale, una commemorazione di vittime, uno di quei terribili slideshow con le foto e la colonna sonora triste. Niente.

Eppure sbaglio o c'erano stati un bel pò di morti, quella sera d'estate, il 27 luglio del 1993? Tre vigili del fuoco, un vigile urbano, e un immigrato marocchino, uno che dormiva su una panchina vicino a dove sarebbe esplosa una bomba. Ok. Youtube non ci ha aiutato. Cerchiamo sulla più celebre enciclopedia online. Di sicuro, ci aiuterà a ricordare, ci farà capire, ci spiegherà, ci offrirà un hyperlink a cui aggrapparci. Macchè. Quattro righe, quattro.

palestrowikip

La storiografia ufficiale e i tribunali hanno collegato le stragi del 1993 - via dei Georgofili a Firenze, San Giovanni in Laterano e San Giorgio in Velabro a Roma, oltre alla "nostra" via Palestro - in una reazione del clan dei corleonesi all'inasprimento della lotta alla mafia. L'anno prima erano saltati per aria Falcone e Borsellino, è sempre bene ricordarlo.

A me di quell'estate rimane in mente il botto, e quello che mi raccontò un collega di mio padre, che abitava vicino a dove avvenne la deflagrazione: "Avevo le finestre aperte, ho sentito l'esplosione: e poi è arrivata questa ventata di aria rovente, che non finiva più. E sono saltati i vetri, tutti".

Frugando un pò nell'archivio del Corriere ho trovato questo pezzo, credo renda bene l'idea di cosa sia stata a Milano l'estate del 1993.

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: