33 mila persona sfamate dalla croce Rossa a luglio: è emergenza povertà?

I numeri sono grossi: 130 quintali di pasta, 120 e mezzo di biscotti, 130 quintali di formaggio grana e oltre 35.000 litri di latte. Il tutto destinato a quasi 33mila persone per il solo mese di luglio. Sono le cifre relative alla distribuzione di viveri da parte della Croce rossa italiana della provincia di Milano, avvenuta nell'ambito del progetto "Aiuto Alimentare agli Indigenti".

Alberto Bruno, presidente della Cri provinciale, delinea una situazione non certo allegra:

Ci piacerebbe molto poter annunciare che questa attività è un opera che va a estinguersi, ma purtroppo non è così; anzi, i dati ci indicano una crescente richiesta di aiuti per far fronte ad una condizione di vita che porta sempre più famiglie a non riuscire ad arrivare alla fine del mese. Anche se non possediamo la 'bacchetta magica' per dare una soluzione a questa crescente diffusione delle povertà, noi ci impegniamo da anni anche su questo fronte, con quell'impegno sociale, morale e solidale che distingue l'azione della Croce Rossa

Il progetto “Aiuto Alimentare agli Indigenti” prevede la distribuzione di alimenti alle persone che ne fanno richiesta o in via diretta (ai clochard, anziani, malati assistiti dalla Cri) o attraverso 63 associazioni che si occupano di volontariato, dalle parrocchie alle comunità di accoglienza. A ciò si aggiungono le strutture che a Milano sono note per dare cibo ai bisognosi come Opera S. Francesco o l'Istituto Pane Quotidiano che ha recentemente compiuto 110 anni.

Lasciamo da parte il solito, obsoleto, discorso sulla povertà che aumenta, sull'erosione dei salari, la media borghesia che scompare, il caro-affitto, l'aumento dell'immigrazione, gli assegni sociali che forse non ci saranno più (no, ci hanno ripensato: si cambia solo il criterio di assegnazione, più restrittivo). Se i poveri aumentano è forse solo perché non sanno come diventare ricchi. Per arginare l'ignoranza dilagante consigliamo l'acquisto del best seller L'arte della Ricchezza del nostro guru Alfio Bardolla.

  • shares
  • Mail
10 commenti Aggiorna
Ordina: