Palazzo Reale, l'Ultima Cena e Peter Greenaway


Domenica non avevo proprio niente da fare e mi sono fatto un salto a Palazzo Reale con l'intenzione di dare uno sguardo alle quindici stanze restaurate, all'ingresso di Palazzo Reale c'è pure una bella targa che ci ricorda come sia stato Gabriele Albertini a volere questo restauro e non la Moratti che poi ne ha tagliato il nastro inaugurale, diamo a Cesare ciò che è di Cesare.

Detto questo, devo dire che le 15 stanze sono veramente molto suggestive, pare che l'assessore Bruno Simini (lo leggo dal Vivimilano) abbia detto che sono più belle di quelle di Versailles... mmm secondo me questa è un po' una forzatura, in ogni caso sono davvero belle e meritano. Ma quella che merita più di tutte è quella non restaurata, che ci ricorda con i suoi buchi nei muri i mali che causa la guerra. La sala delle Cariatidi, la più grande e l'unica che porta ancora i segni della seconda guerra mondiale.

Proprio dentro questa sala si svolge lo spettacolo di Peter Greenway legato all'Ultima cena di Leonardo. In buona sostanza una riproduzione perfetta dell'ultima cena viene sfruttata per creare tutta una serie incredibile di effetti di luce sui personaggi del cenacolo. Il tutto in un ambiente, all'interno della sala delle Cariatidi, che ricostruisce per filo e per segno il contesto originale del lavoro leonardesco. Davvero suggestivo, consigliato a tutti (sia lo show che la riscoperta di Palazzo Reale).

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: