La provincia istituisce una gara per graffitari


A breve partirà un concorso dedicato a tutti i giovani studenti delle scuole superiori di Milano e provincia. Il tema del concorso è l'arte del writing, del fare graffiti, e in buona sostanza gli studenti che faranno il graffito più bello sui muri della loro scuola si porteranno a casa un assegno (borsa di studio).

La richiesta che arriva dalla provincia (il bando dovrebbe partire a fine mese) è quella di cancellare le scritte dei muri, ovvero le orride tag a pennarellone oppure i tvtttb, e sostituirli con pezzi artistici. Ovviamente i presidi delle scuole potranno decidere se aderire o meno al concorso. Se i presidi accetteranno di partecipare dovranno dedicare una parete della scuola agli studenti graffitari.

La giuria che deciderà i vincitori sarà presieduta da Dario Fo, che però non so quanto abbia a che fare con l'hip hop e il writing... bho. Prendo da Repubblica la dichiarazione di Giansandro Barzaghi, assessore all'Istruzione della Provincia:

"In opposizione al clima da caserma che il ministro Gelmini vuole creare a scuola, con grembiule obbligatorio e tolleranza zero sulla condotta, noi aiutiamo i ragazzi a esprimere la loro creatività"

De Corato intanto protesta:

"E' un modo per aumentare il vandalismo sui muri delle città"

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: