Anniversari: Eugenio Montale muore il 12 settembre 1981

Ventisette anni fa moriva Eugenio Montale. Moriva a Milano, da ligure qual era, e moriva dopo una vita che si riassume benissimo nell'incipit del pezzo di Fondazione Italiani, tratto da una nota biografica del poeta:

“Avendo sentito sin dalla nascita una totale disarmonia con la realtà che mi circondava, la materia della mia ispirazione non poteva essere che quella disarmonia”

Ci si ricorda poco di Montale, negli ultimi mesi, al massimo quando alla maturità sbagliano un tema d'esame e qualcuno al Ministero, fa una brutta figura, chiedendo di parlare di una inesistente figura femminile presente nel componimento. Peccato che la lirica fosse dedicata ad un ballerino. Uomo. Dettagli. Montale a Milano ha vissuto parecchio: dal 1948 fino alla morte nel 1981:

Montale ha dunque coltivato la propria "vena" poetica nell'atmosfera raccolta e amichevole di un mondo di intellettuali che il fascismo condanna a un deprimente silenzio, non tanto con imposizioni violente quanto con la forza schiacciante di un conformismo di massa che rende vano ogni tentativo di rivolta

Qui sopra, un reperto degli anni 70 scovato su youtube: "Ho sceso, dandoti il braccio", montato con delle immagini che sconsiglio caldamente a chi sia reduce da recenti delusioni sentimentali.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: