Giorgio Armani: Milano città morta


Giorgio Armani, come già fece qualche mese fa, torna a parlare di Milano e come dovrebbere essere secondo lui (ma qualcuno glielo ha chiesto?). Lo stilista dice che Milano è una città morta ed in particolare il centro, il quadrilatero della moda.

Ha ribadito il concetto all'apertura del suo nuovo negozio in Via Montenapoleone, ha dichiarato all'Agi:

"ho cercato di proteggere l'allure di questa via con insegne discrete e mantenendo i colori sobri della facciata in via Montenapoleone ci sono bei palazzetti, ma la mancanza di limitazioni ha fatto si' che la strada si sia riempita di troppe insegne, troppi neon, decorazioni esterne alle vetrine"

Armani parla anche della possibilità di trasformare Via Montenapoleone in zona pedonale, ma non è d'accordo. La cosa divertente è il motivo per cui non è d'accordo, riporto sempre dall'Agi:

"già Milano e' una citta' morta, se si toglie anche quel po' di movimento delle auto... e poi e' bello mostrare la propria bella macchina. Se via Montenapoleone fosse pedonale, diventerebbe meta di struscio non di qualità"

Ok, ok. Tirate fuori le Cayenne e mettete via quelle vecchie scarpe da tennis. Bene, ora siete pronti per Montenapo.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
13 commenti Aggiorna
Ordina: