Gomorra a Milano: discariche abusive in Brianza

Circa 65 mila metri quadri di terreni sono stati sequestrati tra i comuni di Desio, Seregno e Briosco, dove sono stati interrati circa 178mila metri cubi di rifiuti in buche profonde fino a nove metri e larghe 50. Non sono immagini che provengono dal film Gomorra, ma dalla ricca Brianza. L'operazione di polizia ha stanato "La banda delle discariche abusive" con otto arrestati, tra cui un mafioso latitante. Vendevano ai cantieri la terra scavata e al suo posto seppellivano rifiuti, anche tossici, come residuati plastici carichi di cromo e piombo.

Oltre al business della monnezza, gli appartenenti all'associazione - tra cui Fortunato Stillitano, latitante della cosca Iamonte di Melito Porto Salvo, nel Reggino, con precedenti tra l'altro per associazione a delinquere di stampo mafioso e sottoposto in passato al regime di 416bis - dovranno rispondere per furto e ricettazione - per i mezzi rubati e poi rivenduti all'estero -, incendio doloso, possesso illegale di armi e spaccio, dato che spesso i lavoratori venivano pagati con dosi di cocaina (che tra loro chiamavano "vitamina") per sostenere i turni di lavoro che si protraevano anche per tre notti consecutive.

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: