Tutti gli uomini dell'Expo 2015: Roberto Schmid

Roberto Schmid

Per quanto riguarda l'Expo 2015, sembra che ci siano di mezzo sempre e solo Letizia Moratti e Paolo Glisenti, Paolo Glisenti e Letizia Moratti, Letizia Moratti e Paolo Glisenti. Sempre loro. Non è proprio così: da oggi partiamo con una rassegna delle biografie di chi avrà in mano il Potere, quello vero, per l'esposizione internazionale. Si comincia da Roberto Schmid, presidente del comitato scientifico.

Morattiano di ferro, già rettore dell'Università di Pavia, Roberto Schmid è uno che passa con disinvoltura dal consiglio di amministrazione di Banca Popolare Italiana alla querelle su Cristoforo Colombo presunto figlio di un pontefice. C'è anche qualche ombra nel passato di Schmid, ma chi non ne ha? L'anno è il 1986, e scoppia uno scandalo a Pavia per l'assegnazione di alcuni appalti per la costruzione della nuova facoltà di Ingegneria. Schmid ci finisce dentro in pieno:

la vicenda non risparmia altri nomi illustri: Roberto Schmid, pro-rettore; Francantonio Berté, docente di chimica farmaceutica; Aris Zonta, titolare di clinica chirurgica; Arturo Falaschi, stimato professore del Cnr; Giampaolo Calvi, ingegnere. Nessun politico coinvolto

Fa sorridere soprattutto il "nessun politico coinvolto". Tangentopoli sarebbe arrivata solo sei anni dopo. Qui sotto il suo curriculum.

Expo 2015: Roberto Schmid
Expo 2015:  Roberto Schmid
Expo 2015:  Roberto Schmid

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: