Stop alle piste ciclabili in centro: tolgono spazio alle auto


Tra le ambizioni di chi scrive su questo blog, ci sarebbe anche quella di non limitarsi a rilanciare le notizie pubblicate da "ViviMilano". A volte però, non si può farne a meno, e questo è uno di quei casi. La testata milanese del "Corriere della Sera" riporta infatti oggi che il comune ha dato uno stop alle piste ciclabili in progetto che attraverserebbero il centro storico, finora pubblicizzate in grande stile dall'assessore Croci, anche in prospettiva Expo 2015.

Le piste sono in una fase molto avanzata di progettazione, e mancherebbe soltanto il bando di gara: ora arriva improvviso lo stop, che rischia di mettere in pericolo il finanziamento dei lavori, con un possibile rinvio a data da destinarsi. Ma quale le ragioni di questa improvvisa svolta? Fortunatamente, esiste un verbale di giunta che ce lo spiega con chiarezza:

si è registrata la necessità di valutare da parte degli assessori l'eventuale sospensione delle gare di prossima pubblicazione circa la progettazione degli altri percorsi ciclabili che inevitabilmente sopprimeranno posti auto nelle vie attraversate


In soldoni: le piste ciclabili tolgono posto alle auto e quindi sono politicamente "poco sostenibili", soprattutto a fronte dell'opposizione dei commercianti del centro, gli stessi che hanno bloccato la pedonalizzazione di Via Montenapoleone. La verità è pero che quando si tratta di mobilità e arredo urbano, il gioco è a somma zero: aumentare lo spazio per le auto ne toglie agli altri mezzi ed usi dello spazio pubblico, e viceversa. E' proprio una questione in cui è impossibile tenere il piede in due scarpe, bisogna decidere da che parte stare: se da quella della mobilità sostenibile o da quella dell'auto. Il comune, a quanto pare, non ha ancora deciso che cosa vuole per la sua città: ironia della sorte, tutto questo accade durante la settimana della mobilità sostenibile.

  • shares
  • Mail
49 commenti Aggiorna
Ordina: