Una guida "non guida" da record: 101 cose da fare a Milano almeno una volta nella vita



"101 cose da fare a Milano almeno una volta nella vita" di Micol Arianna Beltramini, che ha anche un blog, è già a quota 4.000 copie e risulta essere il libro della settimana più venduto in assoluto a Milano.

Tanto di cappello a Micol, che è riuscita laddove non era riuscito neanche BrunoVespa: rubare il podio al semper terno "La solitudine dei numeri primi", a livello locale si intende. Curioso il rapporto di Micol con Milano fatto di amore e odio. A 28 anni decide di trasferirsi a Roma ed è dalla città eterna che Micol scrive il libro in questione. In pratica come dedicare dei sonetti d'amore alla moglie, a casa dell'amante. Geniale.

101 itinerari e percorsi qui presentati sono dedicati ai turisti di passaggio, perché possano sperimentare il vero volto di Milano al riparo dalle banalità, ma rappresentano anche un gustoso invito per tutti coloro che da sempre ci vivono, perché possano essere conquistati dal suo fascino segreto

Un allenamento dunque per innamorarvi di Milano o rinverdire una passione sopita. Tra gli esercizi consigliati: perdersi tra meandri e leggende nella cattedrale gotica più bella del mondo, godersi la quiete del Quadrilatero del Silenzio, amoreggiare al Monte Stella, contare le colonne di San Lorenzo Maggiore, giocare al telefono senza fili in Piazza Mercanti, capire cos’è davvero il Codice da Vinci all’Ambrosiana, visitare il museo all’aperto della Milano Liberty di Porta Venezia, contare ventimila leghe sotto i mari al Museo della Scienza e della Tecnologia.

Per scriverlo Micol ci ha messo un anno e nei suoi giri "si è ri-innamorata di Milano". Vi invitiamo a segnalarci di seguito qualche dritta per "innamorarci di Milano", ne abbiamo tanto bisogno.

  • shares
  • +1
  • Mail
21 commenti Aggiorna
Ordina: