Razzismo a scuola:"Torna nella giungla"

maestro scuola razzismo

Se è vera questa storia che leggo su ViviMilano, c'è da mettersi le mani nei capelli. Breve riassunto: c'è una scuola elementare, ci sono dei bambini che stanno facendo lezione di matematica, e fanno casino, sono bambini, cosa devono fare? La maestra, inizia a sbraitare:"Asini!" e fin qui, tutto bene, "Bestie!", e anche qui, tutto ok, mi hanno e vi avranno detto di peggio da piccoli. E infine: "Stronzi!!!". E già qui, avrei qualcosa da dire. Poi, il colpo di genio finale: mentre riconsegna ad una madre il figlio adottivo, evidentemente non bianco caucasico, gli sibila, la schifosa, "Lo riporti nella giungla".

Nessun licenziamento. Tantomeno sospensione. «Non abbiamo il potere per emettere certi provvedimenti — confessa la dirigente — e questo mi distrugge». Unica arma possibile: «Ho "consigliato" alla maestra di mettersi in malattia. Del resto una persona che ha certe rezioni ha bisogno di cure. E sicuramente non può stare vicino ai bambini»

Foto | New York Times

  • shares
  • Mail
23 commenti Aggiorna
Ordina: