Infrastrutture Expo: mancano 7,5 miliardi per treni e metropolitane

buco comune milano

Facciamo un gioco, unite i puntini:

lo scoppio dei petardi che prelude ai fuochi di artificio. Con 140 milioni di euro gentilmente donati da Berlusconi qui è come se quest'anno fosse arrivata un'altra volta Sant'Agata. Per un mese o due Catania l'hanno salvata. No, Catania non era sull'orlo del crac: Catania era già fallita

E di questo invece vi ricordate? Dopo il link sopra, a Repubblica, sarò bipartisan, questo è a un pezzo de Il Giornale

le indagini del commissario straordinario del governo per il debito del Comune di Roma, Gianni Alemanno, hanno condotto alla scoperta di quello che era già emerso con chiarezza a giugno: un rilevante extradeficit di 1,81 miliardi di euro (...) cui va aggiunto un debito pregresso di 6,9 miliardi di euro (...) domani mattina il sindaco è atteso a Palazzo Chigi dove presenterà al Consiglio dei ministri un piano di rientro per un totale di 8,6 miliardi di euro per aggiustare i conti del Campidoglio

Un diluvio di milioni di euro, che vanno a premiare le amministrazioni locali meno virtuose quindi: ora, non credo che a Milano siano tutti santi - vedi la faccenduola derivati, per esempio, o il buco del bilancio di Palazzo Marino, profondo più o meno come la fossa delle Marianne - ma qualche euro per treni e metropolitana poteva anche salvare fuori dalla finanziaria no? A quanto pare, no, non poteva saltare fuori

Letizia Moratti si prepara a un bilancio di previsione 2009 d’emergenza, stretto com’è tra il buco Ici che il governo Berlusconi scaricherà sui Comuni (a Palazzo Marino hanno fatto i conti: a Milano l’anno prossimo mancherebbero 96 milioni sui trasferimenti), la crisi mondiale che si scarica anche sul debito comunale e sul nervo scoperto dei derivati finanziari, il caropetrolio che fa schizzare le bollette elettriche negli uffici e le spese di Atm

A voi che figura è uscita?

Foto | Flickr

  • shares
  • +1
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: