Studenti in piazza contro la Gelmini


Sono scesi in piazza in un sacco di città italiane, sono gli studenti incazzati con la Gelmini. Le manifestazioni, organizzate e lanciate anche online dall'Unione degli Studenti, sono state trainate dalla parola d'ordine "Sconcerto". Un gioco di parole tra lo sconcerto che serpeggia tra studenti per la nuova riforma e le modalità della manifestazione: ognuno doveva portare uno strumento musicale per fare cagnara.

A Milano il corteo preannuncia un autunno di occupazioni ed autogestioni, lo striscione d'apertura recita "Non è che l'inizio". Il corteo, che ha come punto d'arrivo il provveditorato in Via Ripamonti, conta migliaia di partecipanti. E voi che non siete più in età liceale, quando andavate a scuola eravate di quelli che organizzavano cortei, autogestioni e occupazioni, oppure rifiutavate sempre i volantini che venivano distribuiti all'ingresso della scuola?

  • shares
  • +1
  • Mail
16 commenti Aggiorna
Ordina: