Party Diesel XXX in via Mecenate: tutte le foto e il superfluo reportage

Un'amica, con cui sono per strada verso la festa per i trent'anni della Diesel, mi ragguaglia:"I pantaloni della Diesel costano sui 160 euro". Rido e smadonno allo stesso tempo. Stiamo andando verso la temutissima festa della Diesel allo Studio 2000 di via Mecenate, l'evento hype che mezza Milano aspettava da una settimana, tra entusiasmi immotivati e il terrore, altrettanto irragionevole, di non riuscire ad entrare.

Ridicolo, assolutamente ridicolo. Buona lettura. Chiaramente le foto qui sotto sono solo un antipasto della mostruosa gallery che trovate dopo il salto.

Festa Diesel XXX via Mecenate: tutte le foto
Feste Diesel XXX via Mecenate: tutte le foto
Feste Diesel XXX via Mecenate: tutte le foto

C'è una singolare coincidenza, che immagino non sia tale, tra Diesel (marchio di abbigliamento) e Rudolf Diesel, inventore dell'omonimo motore a gasolio. Nel 1978 nasce il marchio di Renzo Rosso, nello stesso anno, il precursore degli odierni Common Rail e JtdM viene inserito nella Automotive Hall of Fame. Un pò tardi, ma al tempo il gasolio era giusto roba da rappresentanti di commercio: in ogni caso, per capirci, Rodolfo muore nel 1913. Mica nel 1977. Passano un pò di anni.

Feste Diesel XXX via Mecenate: tutte le foto
Feste Diesel XXX via Mecenate: tutte le foto
Feste Diesel XXX via Mecenate: tutte le foto

Il marchio Diesel oggi fattura qualcosa come 1,2 miliardi di euro: una lauta somma che gli permette, ad usum marketing, di organizzare una serie concentrica di feste planetarie, che sarebbero partite in via di fuso orario. Feste in cui il bere - tutto marchiato Absolut - viene offerto gratuitamente, a patto di essere in lista, e via dicendo.

Feste Diesel XXX via Mecenate: tutte le foto
Feste Diesel XXX via Mecenate: tutte le foto
Feste Diesel XXX via Mecenate: tutte le foto

Qui è meglio fare un salto indietro però, perchè questo celebration day per i trent'anni della Diesel è stata una delle migliori manifestazioni del "come creare hype" senza che ci sia dietro in realtà nulla, degli ultimi mesi. Per prima cosa, c'è stato questo spot, il finto porno, che magari avrete visto nelle home page di Corriere e Repubblica, o su FashionBlog.

Feste Diesel XXX via Mecenate: tutte le foto
Feste Diesel XXX via Mecenate: tutte le foto
Feste Diesel XXX via Mecenate: tutte le foto

Nei giorni precedenti all'evento, sembrava che fosse qualcosa di iperselezionato, con vippame assortito, c'era gente con cui mi ero sentito al telefono che chiedeva timorosa "Ma come mi devo vestire?". Mah, come sempre. Arriviamo in via Mecenate, subito dopo, in via Malipiero.

La pr che ho sentito mi aveva avvisato - "Vieni presto che ci sarà macello" - e arrivare alle dieci non basta. E' gia tardi, il traffico è bloccato. Vedo tutte queste persone che sarebbero potute uscire dalla temuta gallery di Repubblica sugli hipster di cui si parlava qualche giorno fa. A fatica troviamo parcheggio. Ci avviciniamo all'entrata.

Feste Diesel XXX via Mecenate: tutte le foto
Feste Diesel XXX via Mecenate: tutte le foto
Feste Diesel XXX via Mecenate: tutte le foto

Il Diesel XXX party, avviene allo Studio 2000: è in una piccola via interna, collassata di gente. Non ci si muove. Ci facciamo strada a fatica insieme ad una troupe di qualcosa berciando "Stampa, siamo della cazzo di stampa" e anche se di tutto questo non verrà stampato nulla, la gente irritata lo ignora: la nostra inusuale arroganza è il nostro lasciapassare, ma ci siamo costretti.

A fatica guadagniamo l'ingresso. E' un vasto cortile, di uno studio televisivo. La festa vera e propria si svolge in un enorme capannone poco distante, già gremito. Ci sono finte palme, acrobati, gli Earth Wind & Fire e le Chicks on Speed. Ma i vip? La superfesta che aveva creato l'attesa? Non c'è. E' quella la grande assente, ma davvero, in questo caso va a gusti.

Feste Diesel XXX via Mecenate: tutte le foto
Feste Diesel XXX via Mecenate: tutte le foto
Feste Diesel XXX via Mecenate: tutte le foto

Perchè dobbiamo rileggere una delle massime del padre della pop art:

"Lo Studio 54 funzionava perchè era una dittatura all'esterno, e una democrazia all'interno"

La Festa Diesel XXX invece era una demenziale dittatura all'esterno, in cui nessuno veniva escluso dalla selezione, e un ridicolo concentramento di persone all'interno, di una massa totalmente eterogenea.

In cui trovavano spazio sia il quindicenne sfatto dal sangiovese nella bottiglia di plastica lasciata a fatica fuori dall'ingresso, che il quarantenne imbolsito dalla troppa cocaina, che già dava segni evidenti di down a mezzanotte e mezza. E poi certo: modelle, modelli, tutte quelle persone con la montatura degli occhiali da finto nerd.

Feste Diesel XXX via Mecenate: tutte le foto
Feste Diesel XXX via Mecenate: tutte le foto
Feste Diesel XXX via Mecenate: tutte le foto

Cielo, ogni maledetto essere umano aveva quegli occhiali, ed erano centinaia e centinaia di conformisti, pronti ad abdicare la loro poca originalità - che dico: l'avevano già abdicata, o non l'avevano mai avuta - sulla bancarella di un cingalese di Porta Romana. E poi votare Lega Nord, o Pdl, o scrivere come stato su Facebook "Israele brucia", va da sè.

Feste Diesel XXX via Mecenate: tutte le foto
Feste Diesel XXX via Mecenate: tutte le foto
Feste Diesel XXX via Mecenate: tutte le foto

Restiamo fin verso le due mezza. Qualcuno balla, c'è un dj svedese che mette del classico electroclash, poi inizia a girare voce che la festa finisca alle tre, e non abbiamo, nessuno di noi, voglia di scoprirlo. Ci rimangono impresse: le code folli per prendere da bere - ed era tutto gratis comunque, percui a caval donato - e l'assurda coda dell'ingresso. Senza esser noiosi: è questo il futuro del mio Paese?

Feste Diesel XXX via Mecenate: tutte le foto
Feste Diesel XXX via Mecenate: tutte le foto

  • shares
  • +1
  • Mail
44 commenti Aggiorna
Ordina: