I metrò e la Milano di Pillitteri: l'eterno ritorno


Date un'occhiata alla foto qui sopra (che trovate ad alta definizione dopo il salto): anche se a prima vista sembrerebbe una banale cartina del metrò milanese, in realtà racconta molte cose sulla storia recente della nostra città. Si tratta di un manifesto donato dall'allora Sindaco Pillitteri ad alcuni suoi sostenitori in occasione della sua rielezione del 1990, e rappresenta la "Milano degli anni'90".

La stampa, corredata dal garofano rosso del PSI, rappresenta le linee di metropolitana allora esistenti e, tratteggiati, il Passante i prolungamenti in progetto per il decennio appena cominciato. Osservandola oggi, ben 18 anni dopo, è facile accorgersi che se alcune estensioni della rete sono state effettivamente realizzate prima del cambio di millennio (linea 3 tra San Donato e Zara, linea 2 fino a Famagosta e linea 1 fino a Bisceglie), altre hanno dovuto aspettare il decennio seguente per vedere la luce: ad esempio il Passante Ferroviario (2004) e Maciachini (2003).

Quello che è però più inquietante constatare è che molti progetti sono ancora oggi, nel 2008, in corso di realizzazione: prendiamo ad esempio il prolungamento della linea 3 fino a Comasina, o quello della linea 2 verso Sud, in direzione di Assago. Altri , come la diramazione della linea 3 verso il Parco Nord e Cinisello o della verde verso via dei Missaglia, sono stati semplicemente lasciati cadere e sostituiti dalle più economiche Metrotramvie.

E' pur vero che altri prolungamenti non previsti sono stati nel frattempo portati a termine (il collegamento di Rho-Fiera) o già cantierizzati (la linea 5): tuttavia sarebbe ardito sostenere che questi ultimi sono in grado di compensare gli enormi ritardi accumulati su tutti gli altri fronti.

Morale della storia: la prossima volta che vi mostrano una cartina della "Milano del 2015" con il doppio di metropolitane rispetto ad oggi, non lasciatevi prendere dall'entusiasmo. Oppure, al contrario, quando vi annunciano che i finanziamenti da Roma tardano ad arrivare, e che la linea 4 è a rischio, non fatevi sopraffarre dallo sconforto. Cercate di giudicare il tutto con un po' di obiettività e distacco: a Milano le cose funzionano così da molto tempo, e quasi ogni progetto di trasporto pubblico viene realizzato con 10-20 anni di ritardo. Se non di più.

Si ringrazia Giovanni per la segnalazione

La Milano degli anni '90 sognata da Pillitteri

La Milano degli anni \'90 sognata da Pillitteri
La Milano degli anni '90 sognata da Pillitteri

  • shares
  • +1
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: