Claudio Bisio: con "Si può fare" torna nella Milano anni ottanta

In realtà questo post è un pretesto per farvi rivedere uno spezzone di Kamikazen, Ultima Notte a Milano, perla dimenticata di Gabriele Salvatores, una pellicola del 1987 in cui recitano mezzo Zelig, e anche se ben ricordo Aldo e Giovanni (non Giacomo, però).

Sei comici dilettanti e disperati vengono chiamati dal loro agente, almeno altrettanto dilettante e disperato, per una serata. Per far rientrare i soldi di una perdita alla corse, l'agente inventa una storia che convinca i comici a pagare per recitare. L'idea è irresistibile: tra il pubblico dello squallido nightclub dove avrà luogo lo spettacolo sarà presente un incaricato di Drive in, la più celebre trasmissione televisiva di cabaret del momento

Un cast di future stelle, da Paolo Rossi a Claudio Bisio, e Silvio Orlando: che qui sopra potete rivedere in uno stupendo dialogo sulla milanesità di certe cose, che, lui, pur di integrarsi, appena arrivato da Napoli, si fa piacere a forza: i piccioni, il traffico, lo smog. Tutte, tranne una...la neonata, ai tempi, Lega Lombarda.

Bisio in queste settimane ha realizzato una di quelle magie che solo al cinema riescono: ovvero è tornato indietro nel tempo, visto che il piano temporale nel quale si svolge "Si può fare", presentato recentemente alla mostra del Cinema di Roma, va indietro alla Milano degli anni ottanta. Dopo il salto ne trovate il trailer.

  • shares
  • +1
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: