Irregolarità nel nuovo Pirellone: dirigenti di Impregilo e Infrastrutture Lombarde sotto accusa

nuovo pirellone, pirellone bisCerto, è più facile indignarsi per i piccoli furti, per i borseggi, per le baby gang di giovinastri che infestano il centro di Milano. Eppure ci sono loschi giri di denaro, apparentemente lontani dall'uomo della strada, che coinvolgono i piani alti del potere: gare d'appalto, turbative d'asta, concussioni. E in questo caso di piani alti è ancor più legittimo parlare visto che il riferimento è il nuovo Pirellone, la futura sede della regione Lombardia, il super grattacielo che, una volta ultimato, sovrasterà gli altri palazzi della metropoli meneghina.

E così non farà tanto rumore la notizia delle irregolarità che riguardano figure di spicco di Impregilo, il principale gruppo italiano che si occupa di costruzioni (noto per altre vicende di concussione e corruzione), titolo che comunque ieri in Borsa è salito del 5%, e Infrastrutture lombarde spa.

Le accuse, come ci segnalano le principali fonti d'informazione, sono state trasmesse alla procura di Milano dal pm Woodcock a partire da intercettazioni in un'altra inchiesta “calda” sulle estrazioni petrolifere in Basilicata il cui imprenditore coinvolto, tal Francesco Rocco Ferrara, parlava di un subappalto per lo smaltimento di materiali contaminati.

Tra l'altro mi sovviene che i lavori della nuova sede della regione dovrebbero finire entro novembre di quest'anno. Qualcuno sa a che punto sono?

Foto|Affari Italiani

  • shares
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina: