Ferrovie - Attentati? No, bravate di ragazzini

Ferrovie

Strani episodi sulla linea delle Ferrovie dello Stato. Alcuni piccoli sabotaggi che avrebbero anche potuto creare seri problemi ai coinvogli in transito, tanto che si è resa necessaria la parziale sospensione del traffico su binari per le necessarie verifiche, ma quel tanto che basta per mandare all'aria la tabella oraria di centinaia di pendolari. Un caso in particolare, un cavo d'acciaio fissato a un tombino e a un bidone dato alle fiamme aveva preoccupato il nucleo della Polizia Ferroviaria tanto da organizzare degli appostamenti per verificare chi fosse il responsabile di queste azioni.

La verità non ha nulla a che fare con azioni terroristiche degne di Jack Bauer, anzi. Si tratta di bravate di un manipolo di ragazzini di età compresa tra i 14 e i 9 anni, che nei momenti liberi non avevano altro passatempo che cercare divertimento lungo i binari della tratta Milano-Varese.

Una cosa è certa, non è vero che tuttii bambini passano il loro tempo libero davanti a tv e play-station, ma quello che sorprende è la reazione del padre di uno di loro che alla notifica della denuncia ha invitato i poliziotti a pensare alle cose serie e non ai giochi dei suoi bambini (!?). Io le avrei buscate di santa ragione!

Foto | Collemassimo

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: