Scala - Elio e le storie tese nel tempio della lirica

Ci avevano già provato a San Remo ed erano riusciti a coniugare con la loro folle ironia il rock e la musica lirica con questa versione delirante del Figaro di Rossini, aria tratta dal Barbiere di Siviglia.

Rettifica: Oggi pomeriggio invece Elio sarà ospite del il tempio della lirica italiana, il teatro alla Scala. Il programma prevede un'esibizione del clarinetto Fabrizio Meloni, del violino Klaidi Sahatci, del violoncello Alfredo Persichilli e del pianoforte di Roberto Prosseda a cui si unisce la voce recitante di Elio (delle Storie Tese) nell’esecuzione di un pezzo di Luca Lombardi articolato in un Prologo, Quattro Melologhi e Tre Intermezzi, un Epilogo. I testi sono di Luciano Violante.

Il brano è in prima esecuzione integrale e fa da preludio a un capolavoro assoluto di tutta la letteratura cameristica di ogni tempo: il Quartetto per la fine del tempo di Messiaen, composto nel 1940 in un campo di prigionia tedesco.

Dopotutto Elio, dietro ai loro testi demenziali della band nasconde, non troppo velatamente (oserei dire), una profonda cultura musicale oltre a eccellenti doti tecniche.

Questa curiosa incursione si colloca all'interno del ciclo di appuntamenti pomeridiani, Invito alla Scala, pensato per un pubblico composto soprattutto da giovanissimi e anziani. Prezzi dei biglietti assolutamente popolari, tra gli 8 e i 16 euro. Inizio del concerto alle ore 16, da non perdere per chi può!

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: