Vigorelli - Progetto di restauro ipertecnoglico per il velodromo

Nel 1965 ci hanno suonato niente meno che i The Beatles, oggi il Velodromo Vigorelli giace in uno stato di semiabbandono. La storia è nota, lo stabile fu costruito nel 1935 e subito divenne un centro fondamentale per lo sport milanese. Il Velodromo ospitò i campionati mondiali di ciclismo nel 1939, nel 1951, nel 1955 e nel 1962. Il 7 novembre 1942 Fausto Coppi vi stabilì il primato dell'ora con 45,798 km.

Nel 1945 fu bombardato e quindi ricostruito dopo la seconda guerra mondiale. Nel 1985 la celebre nevicata ne provocò il crollo del tetto e l'inizio del declino. Dal 2001 è diventato sede delle partite di football dei Rhinos e recentemente una delle location proposte come sede provvisoria di una moschea islamica.

Fatta questa premessa storica veniamo alle novità. Sarà che il Velodromo è alle porte della zona della Fiera Milano City e della nuova struttura di City Life, oggi nasce un nuovo progetto di recupero della struttura che prevede interventi per quasi 50 milioni di euro. L'idea alla base del progetto è quello di un palazzetto dello sport dotato di pedane mobili che possano modificare l'aspetto in base alle necessità degli appuntamenti previsti. Sul sito di Repubblica è possibile vederne un'interessante previsualizzazione in 3D.

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: