Milano, la città della cocaina per adolescenti

Sono 16 mila i ragazzini tra i 14 e i 19 anni che fanno uso di alcol e cocaina nell'area milanese: questo segnalano le Asl e gli psichiatri del milanese, in base ai ricoveri e ai casi già rilevati. Solo a Capodanno tre ragazzini sono stati ricoverati al San Carlo con un infarto, perché avevano abusato non solo con alcolici e superalcolici, ma avevano anche tirato qualche striscia per festeggiare l'anno nuovo.

La situazione è così preoccupante che l'Asl ha convocato un incontro con i vertici degli ospedali cittadini per valutare e misurare meglio la situazione e studiare un piano per avvicinare e aiutare i consumatori di cocaina, specie i più giovani che rischiano conseguenze serie, sia per la salute sia per gli incidenti stradali che in moltissimi casi sono provocati da un consumo sfrenato di alcol e sostanze stupefacenti.

Secondo i cardiologi un terzo dei giovani pazienti con disturbi al cuore ha problemi di droga, con un aumento di infarti tra i ragazzini sotto i 20 anni. Gli psichiatri denunciano che malattie come la schizofrenia o disturbi della personalità sono dovuti quasi nel 40% dei casi all'uso di alcol o cocaina. A tutto questo si somma l'abitudine di mischiare sostanze diverse: coca, eroina, benzodiazepine, cannabis e alcol. Con la facile conclusione - quando va bene - di finire al pronto soccorso.

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: