Weekend fuori porta - Un tuffo nel medioevo di Grazzano Visconti

Grazzano Visconti

La meta per il nostro weekend fuori porta ci conduce a circa un'ora di auto da Milano, a sud della città di Piacenza dove è rimasto intatto un angolo di Medioevo che pare uscito dal set di un film in costume. Stiamo parlando di Grazzano Visconti, un luogo unico sviluppatosi attorno a un castello che fu costruito alla fine del XIV secolo Giovanni Anguissola per risiedervi con la moglie Beatrice Visconti, sorella di Gian Galeazzo Visconti.

Molti elementi della storia di Grazzano hanno contribuito a renderlo quello che è oggi, soprattutto il fatto di essere rimasto nelle mani della famiglia Anguissola fino al 1870, ovvero un lungo periodo di pace. All'inizio del 1900 tutto il paese fu restaurato secondo il gusto contemporaneo. A scanso di equivovi va sottolineato che allora i restauri potevano modificare molto dell'aspetto orignale, come accadde in Francia nella celebre Carcassonne, e ha trasformato l'intero paese in un luogo incantevole che molti ameranno fotografare in ogni angolazione, ma che potrebbe sembrare un pò finto e artefatto a qualcun altro.

L'ultima domenica di Maggio, Grazzano Visconti fa festa con il corteo storico, pranzi medioevali e feste a tema, ma se volete visitare la cittadina con maggiore tranquillità (e senza resse infernali) è decisamente meglio scegliere un giro "fuori stagione" (magari con una spruzzata di neve).

Raggiungere Grazzano Visconti non è difficile. Dalla tangenziale di Milano, zona Assago, si imbocca la A1 fino a Piacenza. Una volta usciti dall'autostrada seguite le indicazioni per la SP 654R di Val Nure, la strada provinciale che porta verso Vigolzone, una decina di chilometri e siete all'arrivo.


Foto | Flickr 1, 2, 3 e Comune di Piacenza

Grazzano Visconti
Grazzano Visconti
Grazzano Visconti
Grazzano Visconti
Grazzano Visconti
Grazzano Visconti
Grazzano Visconti
Grazzano Visconti

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: