La riqualificazione del Portello passa per un tunnel e un ponte

assegno premier

L'obiettivo è decongestionare la zona fiera con due grandi opere da realizzare entro il 2010 al Portello. Un ponte in via De Gasperi, di 80 metri di lunghezza e un tunnel lungo un chilometro, in zona Gattamelata. In questo modo, dice il Sindaco, "si potrà alleggerire il traffico di superficie, collegare in maniera più facile più punti della città e qualificare la zona verde del Monte Stella".

Il costo degli interventi è di 105 milioni: 12 arrivano dalla Regione e 69 milioni dal Comune. Il Governo ci ha messo la faccia, recapitando un assegno di 24 milioni con un "inedito" Berlusconi sorridente. L'assegno è piaciuto alla Moratti, tanto da mostrarlo orgogliosa in conferenza stampa, alla quale era presente anche il sottosegretario alle infrastrutture Montavani. Prepariamoci, potrebbe essere la prova per un nuovo conio: banconote con impressa la faccia sorridente del nostro Presidente e magari una vignetta che invita a spenderle. Mi torna alla mente la mitica banconota distribuita a Roma durante un corteo anti-Gelmini.

Ma non travisiamo... Concretamente il progetto "Gattamelata" consta di un nuovo iti­nerario lungo circa un chilometro e mezzo che prevede un collegamento sotterraneo tra via Palaz­zolo, le nuove aree del parco e viale Serra e una nuova viabilità urbana di superficie per consentire il collegamento tra viale De Gasperi e piazzale Ac­cursio attraverso un pon­te ad arco di 80 metri. Lo svincolo che nascerà su viale De Gasperi consen­tirà l’accesso alla nuova galleria, che verrà utiliz­zata principalmente per indirizzare i mezzi di su­perficie diretti ai par­cheggi della Fiera duran­te le manifestazioni espo­sitive e i mezzi pesanti durante l’allestimento degli eventi. La lunghez­za totale del nuovo tun­nel sarà di 970 metri per 26 di larghezza e avrà due sensi di marcia e un usci­ta di sicurezza ogni 300 metri.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: