Il Tar contro Formigoni: Eluana può morire in Lombardia

Il Tar:

Ne avevamo scritto spesso in passato dell'agonia di Beppino Englaro - non tanto della figlia Eluana, in stato vegetativo permanente dai tempi della Strage di Capaci, dal 1992, solo 17 anni fa - e della democrazia di governator Formigoni, secondo il quale in Lombardia c'è una specie di sharia cattolica, e le sentenze della Corte d'Appello sono in fondo trascurabili, a fronte del monito di un cardinale.

Beppino Englaro
aveva fatto ricorso: e ora l'ha vinto. Il nostro progresso, il nostro "trainare l'Italia", potrebbero fare un passo avanti. Non accadrà, perchè Eluana finirà i suoi giorni a Udine, forse. Se non si mette in mezzo, in uno Stato costituzionalmente laico, un altro cardinale.

Piero Colaprico, che da mesi racconta la vicenda sul quotidiano fondato da Eugenio Scalfari, oggi su Repubblica, attacca il suo pezzo a pag 4 così:

Si è incenerito ieri, grazie al Tar, il documento ufficiale con il rifiuto della Regione Lombardia a rispettare le volontà degli Englaro

Nei giorni scorsi Mercedes Bresso, aveva dichiarato che il Piemonte era pronto ad accollarsi il ricovero finale di Eluana, ma molto più probabilmente sarà un'altra clinica di Udine, la cui decisione è comunque rimandata alla prossima settimana. E magari sarà davvero la fine.

Il Tar:
Il Tar:

  • shares
  • Mail