La cascina Cuccagna viene finalmente "impacchettata" per i lavori di ristrutturazione



Ci vorrà del tempo affinché la Cuccagna, la cascina in via Muratori, torni allo splendore del 1700, ma avverrà. La bella notizia è che un simbolo della Milano rurale verrà salvata dalla speculazione e accoglierà al suo interno le realtà del Consorzio Cascina Cuccagna che da tempo si batte per il recupero per trasformarlo in un "centro polifunzionale di iniziativa e partecipazione culturale territoriale", un progetto importante con la particolarità di essere partito dal basso, dai cittadini che hanno visto in questo luogo qualcosa di utile per la città. Tempo fa si vociferava che la cascina sarebbe diventata una SPA di lusso. Meno male.

Certo ci sono due importanti finanziamenti da parte della Fondazione Cariplo e dalla Banca Popolare di Milano, senza i quali non si sarebbe partiti. Ma ancora servono "persone, aziende, enti, associazioni che investano risorse in questo progetto", dicono i rappresentanti del Consorzio, che ha ottenuto tramite bando la concessione ventennale della cascina ricevendo anche il patrocinio del Fai (Fondo per l’Ambiente Italiano).

Per il futuro gli obiettivi sono tanti: un’agenzia per il turismo agricolo, una trattoria, una scuola di cucina, una di restauro, un mercato rionale periodico dedicato alle produzioni biologiche e di qualità lombarde, la realizzazione di un auditorium e di un centro culturale completo di sale prova, cabine di regia e montaggio, atelier creativi. Il tutto nel contesto di un restauro architettonico di tipo conservativo, per un totale di 3,5 milioni di euro.


Cascina Cuccagna
Cascina Cuccagna
Cascina Cuccagna
Cascina Cuccagna
Cascina Cuccagna
Cascina Cuccagna

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: