I vigili di Milano interrompono la "Rissa" e chiedono i documenti all'assessore Finazzer

Fuori programma in Galleria per la "Rissa" futurista. Contro ogni logica, i vigili urbani sono intervenuti per verificare i permessi della manifestazione e hanno chiesto persino i documento alla regista dello spettacolo e all'assessore alla Cultura Massimiliano Finazzer Flory.

«Mi hanno chiesto i documenti, io non glieli ho dati. Che mi multino!», è esploso Finazzer che aveva annunciato l'iniziativa patrocinata proprio dal Comune. «Finché ci sarà una burocrazia così cieca, così nemica dell'arte, sarà difficile cambiare questo Paese. Abbiamo ancora bisogno di riportare la libertà ai nostri beni culturali. I vigili urbani ragionano come se noi fossimo delle macchine. Invece noi siamo degli uomini, abbiamo voglia di camminare e muoverci. Un pezzo di Comune chiede a noi se abbiamo le autorizzazioni, a noi che le abbiamo in qualche modo realizzate e che siamo del tutto in regola. Siamo veramente alla follia. Per questo ci serve il Futurismo».

Ma parlarsi un po' tra uffici del Comune non è meglio?

  • shares
  • Mail
18 commenti Aggiorna
Ordina: