Ruba 5 mila libri dalle biblioteche del milanese


Non c'è dubbio che i libri siano un patrimonio da preservare, ma da qui a nasconderne migliaia nel garage di casa ne passa, tutti sottratti da biblioteche comunali del milanese. E' la strana vicenda di un 46enne con l'hobby di truffare le biblioteche comunali. Con una carta d'identità falsa prendeva a prestito i libri, molti di pregio, per non restituirli. Hanno contato 5000 libri. Non la quantità della biblioteca di Alessandria, ma sufficiente ad aprire una fornita rivendita.

Il territorio di caccia più battuto era la Biblioteca Sormani, la più antica di Milano. E' stato proprio il direttore di quest'ultima che ha segnalato alle autorità il ladro. Viene da chiedersi se "il topo da biblioteca" così ribattezzato dalla stampa, affetto evidentemente da cleptomania letteraria, abbia letto tutti i volumi che sottraeva alla biblioteche.

Comunque alzi la mano chi ha ancora un libro da riconsegnare in Biblioteca. Pochi. Allora alzi la mano chi non ha ricevuto almeno un sollecito per quel libro che ha sostato sul comodino per lungo, lunghissimo tempo. Personalmente mi è capitato con l'interminabile "Viaggio al termine della notte" di Céline. La bibliotecaria ormai mi chiedeva a quale pagine fossi arrivato. Passarono 4 mesi, forse 5, ma alla fine riuscì nel mio intento. Lo lessi e lo restituì. A malincuore. E a voi con quale libro è capitato?

Foto by -Merce-, Flickr.

  • shares
  • +1
  • Mail
11 commenti Aggiorna
Ordina: