Conchetta - Il giudice dice "no" al reintegro

Cox 18
Prima lo sgombero improvviso e inaspettato, poi la rioccupazione, ora il presidio permanente. L'atmosfera che si respira al Cox 18 è quello di un assedio costate, ciononostante si provano anche le vie legali per regolarizzare la posizione del centro sociale.

La brutta notizia è però che il giudice civile di Milano, Giovanna Ferraro, ha respinto il ricorso presentato dall'associazione Cox 18 che faceva richiesta di tornare regolarmente nei locali del centro di Via Conchetta.

Curiosamente la decisione del giudice sostiene che l'amministrazione comunale milanese è estranera allo sgombero, come avevamo già scritto dopo i fatti, dichiarando una volta in più che lo sgombero è nato da esigenze di pubblica sicurezza che non sono nella disponibilità del Comune di Milano, ovvero si è trattato di una operazione condotta da organi di pubblica sicurezza.

L'associazione ha indetto un incontro con la stampa e il pubblico per spiegare le proprie posizioni. Riccardo De Corato ha colto però la palla al balzo per sottolineare che ora anche per la giustizia gli occupanti del Cox sono del tutto fuorilegge.

  • shares
  • +1
  • Mail
16 commenti Aggiorna
Ordina: