Osterie, la mappa milanese. Seconda parte



Dopo il primo appuntamento di ieri ecco la seconda parte della mappa delle storiche osterie milanesi. Dopo il Gatto Nero e L'ambrosiana, un altro pezzo di storia della cucina milanese lo si trova all’estrema periferia di Milano est, alla fine di via Padova. La trattoria dei fratelli Novelli I tre Ca’ (via Padova 344. Tel: 02.27207769), vecchio cascinale simbolo e baluardo della tradizione meneghina. Fin agli anni Venti del secolo scorso era una locanda con stallazzo, offriva cioè riposo ai viaggiatori che entravano o uscivano dalla città. I Novelli, proprietari da generazioni i tengono a proporre la cucina tipica: risotti con luganega, alla milanese e busecca alla milanese. Unica concessione alla tradizione mediterranea è la pasta al pomodoro.

In Ticinese invece c'è La Madonnina (via Gentilino 6. Tel : 02.89409089) è una delle più vecchie osterie di Milano; nata come posto di ristoro e stazione per le carrozze, nell’ampia corte del caseggiato, fino agli anni ’60, le domeniche si trascorrevano giocando a carte, a bocce e persino ballando. Ora la cucina è il regno di Lina, a mezzogiorno e Mauro, alla sera. Qui la specialità è la cotoletta, spezzatino, merluzzo con polenta (al venerdì) e gli gnocchi fatti in casa (al giovedì). Altro luogo della memoria è la Taverna Morigi (via Morigi, 8. Tel: 02.80582007), aperta nel 1910. Arredamento immutato, sobrio e raro esempio del gusto inizio Novecento: colonnette tortili degli scaffali, legno ovunque e una monumentale credenza all’interno di un palazzo seicentesco.

Foto da MilanoTonight

  • shares
  • +1
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: