Isole digitali: a Milano arriva il car sharing di auto elettriche

Funzionerà come BikeMi, ma si noleggeranno auto elettriche. E in più tutte le novità per rendere Milano una smart city.

Una via di mezzo tra car sharing e bike sharing per il noleggio di miniveicoli elettrici. Questa è l'innovazione più importante delle isole digitali che faranno la loro apparizione in città, ma c'è anche altro: servizi multimediali, wi fi, illuminazione intelligente, totem informativo e insomma tutte quegli apparecchi hi tech al centro dell'agenda 2.0 di Pisapia per trasformare Milano in una smart city.

Il tutto è realizzato insieme a un gruppo di sponsor (Microsoft, Linear, A2A, Telecom) e dovrebbe portare in città una 15 di stazioni a partire da luglio, basate soprattutto sul nuovo servizio di sharing di auto elettriche disponibili 24 ore su 24. Modalità e costi non sono ancora noti, ma quello che è certo che - come per il bike sharing - non ci saranno spese per il Comune grazie alla partnership con i privati.

La prima stazione è già presente in pieno centro: via Hoepli, all'angolo con via San Paolo. E così si può capire come saranno composte: da una parte ci saranno i miniveicoli elettrici e le postazioni di ricarica. Dall'altra parte tutto ciò che è digitale: il wi fi, il touch screen, i sistemi per i pagamenti via telefono, le telecamere di sorveglianza, l'illuminazione che si attiva solo quando qualcuno si avvicina all'isola, prese per ricaricare cellulari, tablet e portatili.

A che servono le ricariche? Per lavorare all'aria aperta: di fianco ci saranno anche delle panchine, così, come si confà a una città smart, chi avrà voglia di lavorare in mezzo alla strada non si dovrà preoccupare della carica della batteria.

  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: