Il Teatro Lirico riaprirà per mano del Comune

Il Comune stanzia sedici milioni per il recupero del palcoscenico di via Larga. Via al cantiere nel 2014. Verrà intitolato a Giorgio Gaber.


Chiuso nel 1999, da 14 anni abbandonato al suo destino, in pieno centro (via Larga). Alle spalle una serie di innumerevoli tentativi di farlo rinascere, amministrazione dopo amministrazione, sempre conclusi con un nulla di fatto. Fino ad oggi, perchè il Comune, dopo che nessun privato ha deciso di farsi carico della riqualificazione, stanzia 16 milioni per riportarlo agli antichi fasti.

Che la questione fosse a cuore del Sindaco era cosa già nota. Qualche tempo fa, ricordando Gaber nel decennale della morte, dichiarò: "A Gaber intendiamo intitolare il Teatro Lirico, un teatro amato dai milanesi come lo è stato il grande cantautore. (...) Farò tutto perché il Teatro, che è chiuso da moltissimi anni, torni alla città entro la fine del mio mandato".

E così sarà, nonostante il bilancio più che disastrato del Comune. Terminata la lunga fase di restauro e manutenzione, Palazzo Marino varerà un bando per la gestione. Se tutto andrà come previsto, la prima alzata di sipario del nuovo Teatro Lirico Giorgio Gaber dovrebbe avvenire nel 2016, prima della chiusura del mandato Pisapia.

Il gestore dovrebbe garantire 200 alzate di sipario e 9 mesi di attività dedicate alla sperimentazione di linguaggi, creazioni multimediali, proiezioni di opere cinematografiche, trasmissioni televisive oltre ovviamente a musica, teatro e danza. Il tutto per 30 anni.

  • shares
  • +1
  • Mail