Case popolari ai giovani in cambio di volontariato e servizi sociali

22 appartamenti troppo piccoli per l'assegnazione, andranno agli under 30 a reddito basso con un affitto massimo di 300 euro. Ma loro dovranno dedicare qualche ora al bene del quartiere.

Bisognerà poi vedere come sarà messa in atto, se e quando, ma vista così sembra davvero una bella idea: affitti a prezzo scontato per gli under 30 in minicase popolari in cambio di qualche ora da dedicare ai proprio vicini bisognosi. Come funziona? Per il momento il Comune ha trovato 430mila euro, messi a disposizione dal Governo, da utilizzare per risistemare e arredare i 22 appartamenti popolari del progetto "Ospitalità solidale".

Si tratta di appartamenti molto piccoli, e quindi inadatti a ospitare famiglie o anche coppie, ma che sembrano invece perfetti, soprattutto in tempi di crisi, per ragazzi tra i 18 e 30 anni con un reddito massimo di 1.500 euro mensili. L'affitto non supererà i 300 euro (circa la metà di quanto viene chiesto per un monolocale dalle dimensioni accettabili), ma chi andrà a occuparlo dovrà impegnarsi in servizi sociali a favore del vicinato.

Spiegano sul sito del Comune: "Le attività di vicinato solidale risponderanno alle esigenze del quartiere e saranno principalmente: doposcuola, animazione culturale-ricreativa, attività di coesione sociale, supporto al Comune per la diffusione del rispetto delle regole e del corretto uso degli spazi comuni".

Un modo anche per recuperare alloggi dismessi (cosa utile, visto che il Comune sta per costringere i privati a recuperare i loro luoghi abbandonati) e andare incontro a studenti e lavoratori, come spiega l’assessore a Casa e Demanio Daniela Benelli: "Un progetto virtuoso, che ci consente di sottrarre all’abbandono alloggi non assegnabili. Inserire dei giovani nei quartieri popolari, dando loro una casa a fitto agevolato e coinvolgendoli in attività di coesione sociale e volontariato, vuol dire contribuire concretamente alla rivitalizzazione delle periferie".

I primi 22 alloggi saranno in via Del Turchino, via Demonte e via Monte Rotondo, nei quartieri popolari Ponti e Ca’ Granda Nord/Monterotondo.

  • shares
  • +1
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: