Oggetti smarriti a Milano: oltre 15.000 pezzi rinvenuti

L’ufficio ha ricevuto, catalogato e conservato ben 15.817 oggetti di vario tipo nei primi sei mesi del 2013: il 30% sono documenti. Ritrovati anche sei strumenti musicali

Che fine fanno gli oggetti smarriti e ritrovati? In buona parte finiscono all'Ufficio oggetti rinvenuti che ha anche una sezione sul sito del Comune "oggetti rinvenuti", dove è possibile anche richiedere informazioni via mail previa registrazione.

Archiviati più di 15.800 oggetti smarriti o abbandonati e contanti per oltre 17 mila euro. Questo il bilancio dei primi sei mesi del 2013 che arriva dall’Ufficio oggetti rinvenuti di via Friuli. In dettaglio, nel primo semestre di quest’anno, l’ufficio ha ricevuto, catalogato e conservato ben 15.817 oggetti di vario tipo e valuta per un ammontare totale di 17.099,81 euro. Ci sono parecchi documenti: carte di identità, patenti, carte di circolazione, carte di credito, assegni, libretti di risparmio. In questo caso i dipendenti comunali provvedono a contattare subito i cittadini.

Il bene perso più frequentemente? Ovviamente il portafogli (2.276), seguito da borse/borselli (714) e chiavi (615). Circa 500 sono gli oggetti "tecnologici" smarriti, per la stragrande maggioranza telefoni cellulari (341). Non mancano computer, palmari e navigatori (79 in tutto), macchine fotografiche e videocamere (26). E ancora 38 orologi, 28 anelli/fedi e braccialetti, 19 paia di orecchini, 15 collane, 202 paia di occhiali e persino 6 strumenti musicali.

Nei primi 6 mesi di quest’anno, gli operatori agli sportelli hanno infatti fornito ben 20.000 informazioni telefoniche (al numero 02.884.53900). Altre 1.250 informazioni sono state fornite ai cittadini che hanno usufruito del servizio on-line. Del materiale ritrovato nei primi sei mesi del 2013, quasi il 30% è stato già restituito ai legittimi proprietari. Un dato che potrebbe aumentare non essendo ancora scaduti i termini per il ritiro (12 mesi dal ritrovamento).

  • shares
  • +1
  • Mail