Differenziata a Milano: + 12,83% rispetto al 2012

Sono confortanti i dati AMSA sui primi 7 mesi del 2013, comparati con il 2012.

Confortanti i dati Amsa che segnalano una netta diminuzione dei rifiuti indifferenziati e corrispondente aumento della RD, a partire dall'umido. Estensione del porta a porta su umido ma anche effetti psicologici del sacco trasparente. Aumentano oltre all'umido, (sia in quantità che percentuale) carta e plastica, diminuisce il vetro. C'è però un dato da tenere conto: il calo generale dei rifiuti (-3,11%).

Sopra tutto balza all'occhio il +12,83% generale della RD, che passa dal 35,9% al 41,9% nel 2013 - gennaio/luglio - e presenta questi dettagli nello specifico delle frazioni più importanti:

+68,14% per l'umido (circa 16.000 tonn in più di raccolta, giugno-luglio 2013, rispetto 2012)
+15,26% per la plastica (più di 3.000 tonn in più)
+1,7% circa per carta e cartone (circa 1.000 tonn complessive in più)
-1,69% per il vetro (circa 650 tonn in meno)

Secondo AMSA, l’aumento non solo in percentuale, ma anche in termini reali, dei quantitativi di plastica, carta e cartone indica che, oltre all'introduzione della raccolta dell’umido domestico, ha contribuito all'incremento della RD anche una maggiore collaborazione dei cittadini. Hanno fruttato in questo senso le campagne di sensibilizzazione promosse con i consorzi di raccolta e recupero dei rifiuti riciclabili e la guida alla raccolta differenziata predisposta da Amsa e Comune di Milano, inviata nel 2012 a tutte le famiglie di Milano

Al progressivo incremento della RD nel 2012 e 2013 ha contribuito certamente anche l’introduzione del sacco trasparente per i rifiuti indifferenziati, in luogo del tradizionale sacco nero (cambio in vigore dal giugno 2012); a partire dal mese di giugno 2012 si è rilevato anche un incremento dei rifiuti umidi provenienti dalle utenze commerciali, circostanza ascrivibile, anche in questo caso, presumibilmente all'introduzione del sacco trasparente.

  • shares
  • +1
  • Mail